All posts in ZeroFilosofia

p26

Antropologia e pensiero libertario – L’aspetto magico dei media / A colloquio con Franco La Cecla (di Andrea Staid)

Pochi lavori sono stati dedicati all’aspetto “animistico” dei media. Franco La Cecla colma questa lacuna parlandoci dei media come rappresentazione di un medium, un mezzo per comunicare con una presenza assente. Il telefono, la radio, il cinema, la televisione, internet, […]

di default 2015-07-16 alle 12.55.11

L’ipercomplessità e una crisi non soltanto economica. Ripensare il sapere e lo spazio relazionale (di Piero Dominici)

Progresso tecnologico ed economico condizioni necessarie ma non sufficienti ad affrontare una crisi che è anche, e soprattutto, culturale e di civiltà. Individualismo, fine del legame sociale e del vincolo di appartenenza alla Comunità. Storie di precarietà e incertezza divenute, […]

14670-giand

Antropologia e pensiero libertario – Giandante X e l’arte rivoluzionaria (di Andrea Staid)

Giandante X è un piccolo uomo, un pittore tormentato, ribelle e libertario che attraversa le più tragiche vicende del Novecento. Il suo vero nome è Dante Pescò, milanese, classe 1899. Giandante è stato il più giovane architetto d’Italia, scultore e […]

daniele-campi-martucci

Le porte chiuse del reparto psichiatrico (di Laura Antonella Carli)

Le porte chiuse del reparto psichiatrico intervista a Piero Cipriano di Laura Antonella Carli Nel 1978 la legge Basaglia metteva fine, in Italia, alla storia secolare e crudele dei manicomi. Trentacinque anni dopo uno psichiatra pubblica con Elèuthera un libro (La fabbrica […]

magritte-mobilita-urbana

Antropologia e pensiero libertario – Le zone morte dell’immaginario (di Andrea Staid)

A distanza di pochi mesi dall’intervista fatta a David Graeber per le pagine di questa rubrica, torno a parlare del suo lavoro di riflessione politica e antropologica. La traduzione, in un solo anno (2012), di ben quattro saggi di antropologia scritti […]

p89

Il coraggio del passero – di Nicoletta Vallorani

La morte si merita rispetto. Sempre. Anche quando è un atto deliberato, una forma di resistenza. Poi, chi resiste non dovrebbe sentirsi insultato. Me la volto e rivolto nella testa, la faccenda dei tre suicidi a Civitanova Marche. Non c’è […]

parigi

Le nostre storie: “casualmente” (di Tino Di Cicco)

Casualmente era nato. Casualmente nel ventesimo secolo; in Occidente. Sano, casualmente, e di normale intelligenza. Anche lui per vivere era stato condizionato dallo stomaco e dal sesso; anche lui aveva dovuto lavorare, dormire, mangiare, respirare; anche lui. Tutto questo era […]