Glossario per illustratori – I come INSPIEGABILE

I  come INSPIEGABILE
Nel mondo dell’illustparolerazione accadono continuamente cose inspiegabili normalmente e nel corso del tempo generazioni di illustratori hanno sviluppato un loro personale dizionario per poter riuscire a comunicare agevolmente stati d’animo altrimenti impossibili a descrivere nel giusto modo con la stessa efficacia.
Questo un veloce compendio:
GRASP! Questa parola descrive il blocco mentale e la successiva paralisi che un’illustratore prova davanti ad un editore in fiera quando ha il proprio portfolio sotto il braccio e l’editore gli indica la sedia dove sedersi.
SUNDERBAND Descrive la sensazione che prova l’illustratore nottambulo verso le quattro di mattina quando improvvisamente anche il gatto si è addormentato e si rende conto che l’unico rumore che sente è il battito del suo cuore e il ronzio del frigorifero nella stanza accanto.
GOGLOG È lo stato d’animo che vive quando si rende conto che non ha cenato ma è troppo tardi per uscire che alle due di notte è tutto chiuso e il frigorifero è vuoto!
NOMMADON È la parola che descrive quello stato d’animo che si prova quando ci si rende conto, davanti all’editore, che anche la migliore delle tue tavole è peggiore della più brutta pubblicazione dell’editore stesso.
ABANOBABA Significa nel modo più fedele possibile: “Nostalgia per il vecchio lavoro da cameriere che facevi solo per poterti permettere di comprare la Cintiq un giorno!”
NNNNNNN È la sensazione molto particolare che prova l’illustratore quando capisce che fino a quel momento ha lavorato su un documento impostato a 100 ppi anziché 300.
STABUSH Descrive l’emozione di quando l’illustratore prende consapevolezza del suo essere stato escluso dalla selezione annuale della mostra illustratori per la fiera del libro di Bologna
ARISTABUSH Descrive l’emozione di quando l’illustratore prende consapevolezza del suo essere stato escluso dalla selezione del portfolio annuale dell’associazione Autori di Immagini.
ILLUSTRATIMIA La paura irrazionale che qualcuno ti possa copiare un’illustrazione
CHISSENETIMIA La paura irrazionale che qualunque cosa disegni inconsapevolmente stai copiando qualcuno.
FAHRENHEIT  Rappresenta il sentimento che si prova quando tornando dal bagno vedi il suo tavolo coperto da più strati geologici di oggetti da disegno disposti in modo caotico.
CARAMELLISTICIDIO è l’attrazione compulsiva vero caramelle o patatine o snack che a più riprese si fa strada durante una sessione di lavoro.
NONVANEVER È quando al termine degli ultimi ritocchi dopo un lavoro complesso ci si accorge che la tavola non ci piace più.
GIONTRA È quando ti metti a ballare in modo isterico sopra il tavolo dopo che hai visualizzato l’arrivo di un bonifico nel tuo account della banca.
BREXIT Quando inizi la tavola di prova per un editore che sai benissimo non ti darà mai il lavoro qualunque cosa tu possa disegnare.
ANTMAN la sensazione che si prova quando in fiera saluti tutti gli editori sorridendo ma nessuno ti riconosce eppure sono dieci anni che ti presenti a loro con gli stessi disegni.



.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *