Un filo d’estate – Graphic Novel

Siamo convinti che l’adolescenza sia un passaggio cruciale e difficile per molti (se non per tutti) e che per un ragazzo poter leggere una storia che parla “la sua lingua”, in un momento delicato come l’adolescenza, possa essere un punto fermo importante.

In “Un Filo d’Estate” si racconta anche questo: Il non sentirsi capiti, il non sentirsi visti dalla società in cui si vive.
“Qualcuno ci è passato prima di te” e “Si può trovare una soluzione” sono i due sottili fili che legano il giovane lettore alla storia.
Un filo d’estate accende la speranza di trovare un Luogo dove vivere e condividere esperienze con altri ragazzi, lontani dalle regole dei “grandi”. Condividere un’esperienza che diventa un mattonino su cui costruire la propria personalità e la propria forza.

di-default-2016-10-16-alle-15-43-04-768x532

Il progetto, per cui abbiamo attivato una campagna di crowdfunding, è un romanzo a fumetti (graphic novel), illustrato da Manuela Mapelli, uno degli astri nascenti italiani dell’illustrazione per ragazzi.

La graphic novel parla dell’esperienza di due ragazzi (gli autori), in età adolescenziale, in un campo estivo di stampo libertario. Lì apprendono che esiste un “altro” modo di vivere, fatto di condivisione, libertà e collaborazione. Questo darà loro gli strumenti per “rientrare” nel mondo con una nuova energia e una nuova visione delle cose.

 

Può una vacanza essere in grado di segnare un’intera vita?
Manu lascia il lavoro di cassiera nella fumosa agenzia ippica del suo quartiere per partire alla volta della Sardegna. L’estate a Milano è calda e afosa e lei non ha un soldo in tasca, andrà a fare l’educatrice in un campo estivo, lei che con i ragazzini non ha mai avuto nulla a che fare.
Dani ha quattordici anni, al campo è stato iscritto dai suoi genitori e con sé non ha neanche un amico. Entrambi non sanno cosa aspettarsi.
Le vite dei due s’incontrano e s’intrecciano come i fili di uno scoubidou. Al campo imparano che esiste un modo diverso per vivere, fatto di condivisioneautogestionesolidarietà e vita di gruppo.
Il tempo passa in un susseguirsi di emozioni, innamoramenti, assemblee, decisioni, gite, cieli stellati, bagni e corse a perdifiato, fino al giorno del ritorno.
Sarà allora, nella penombra della propria stanza, che si accorgeranno che qualcosa dentro di loro è irrimediabilmente cambiato.

di-default-2016-11-30-alle-10-51-27“Un filo d’estate” è un romanzo grafico strutturato a due livelli.
Ogni pagina è suddivisa orizzontalmente al centro da due lunghi fili che dividono graficamente i punti di vista dei due personaggi.
Con l’andare avanti della storia, capitolo dopo capitolo, i due fili si incontrano e si intrecciano unendo le vite dei personaggi.

 



GLI AUTORI

Manuela Mapelli nasce a Milano nel 1980.
Dopo svariati anni di studi artistici e un percorso lavorativo variegato (spazia dalla pittura al teatro, dalla conduzione di laboratori artistici alla realizzazione di spettacoli di burattini e marionette) si specializza nel campo dell’illustrazione e dell’editoria per bambini.
Dal 2001 partecipa attivamente ai campi estivi della Cooperativa Centri Rousseau prima come monitrice, poi come responsabile.

Daniele Condemi nasce a Torino nel 1995.
Dopo aver conseguito una maturità artistica, si specializza nella realizzazione di video e corti.
Attualmente lavora a progetti video all’interno del gruppo di videomaker RataVöloira di Torino.
Dal 2002 partecipa attivamente ai campi estivi della Cooperativa Centri Rousseau prima come utente, poi come monitore.

I due, che si sono conosciuti in un campo nel 2009, si rincontrano nel 2015 e decidono di collaborare ad alcuni progetti artistici. Frutto di questa collaborazione “Un filo d’estate” (ed. ZeroSismico) in cui i due autori raccontano la propria esperienza presso il campo estivo.

 

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *